IV domenica di Quaresima

A volte sentiamo la tentazione di essere cristiani mantenendo una prudente distanza dalle piaghe del Signore.
Ma Gesù vuole che tocchiamo la miseria umana, che tocchiamo la carne sofferente degli altri.

A volte sentiamo la tentazione di essere cristiani mantenendo una prudente distanza dalle piaghe del Signore.
Ma Gesù vuole che tocchiamo la miseria umana, che tocchiamo la carne sofferente degli altri. Aspetta che rinunciamo a cercare quei ripari personali o comunitari che ci permettono di mantenerci a distanza dal nodo del dramma umano, affinché accettiamo veramente di entrare in contatto con l’esistenza concreta degli altri e conosciamo la forza della tenerezza.
Quando lo facciamo, la vita ci si complica sempre meravigliosamente e viviamo l’intensa esperienza di essere popolo, l’esperienza di appartenere a un popolo.

Categorie: giovani

Comments are closed.